030 60 16 21
info@simonafontana.it

#MAMMACHELAVOROINTERVISTE

Abbiamo raccolto la bellissima testimonianza di una “Mamma Che Lavoro”, avete voglia di leggerla con noi?

Iniziamo!

Hai voglia di presentarti?

Ciao mi chiamo Elisabetta, faccio l’impiegata da 20 anni nella stessa azienda (ebbene si!!aiutooo 😊) e seguo la  parte contabile.

Ho due meravigliosi bambini, Anita di 7 anni e Achille di 2 anni.

Hai qualche passione oltre ai tuoi meravigliosi bambini?

Adoro fare piccoli lavoretti creativi, infatti sono passata dalla lana, alla maglia, alla macchina da cucire…ora sono alle prese con la creazione di regali per Natale con il gesso…non vi dico i pasticci! Diciamo che questi lavoretti sono il mio modo di evadere e di rilassarmi..la mia palestra spirituale!

Hai voglia di raccontarci la tua giornata tipo?

Inizio la giornata con Achille che spesso e volentieri è nel lettone 😉 ci scambiamo mille coccole e poi lo lascio a papà Pietro, mio marito appunto, che segue tutte le procedure del “buongiorno” e si ritagliano il loro momento di “solo uomini” ed io vado a bermi un buon caffè in cucina  ..i miei quasi unici 5 momenti di relax!! 😊 impagabili.

Poi passo ad Anita. Andiamo in bagno, dove l’aiuto a lavarsi e a vestirti e spesso e volentieri non le piacciono i vestiti che la sera prima “per portarmi avanti” le ho preparato sul comodino e così inizia la discussione madre e figlia su “quello sie quello no!!”… ed io sono già stanca …. controllatina alla cartella .. colazione…e via!Entrambi escono con papà Pietro, io sistemo la casa e corro al lavoro.

Alla 13 finisco di lavorare, a volte mi fermo a fare la spesa e poi vado a casa a fare qualche lavoretto. La maggior parte delle volte ho la casa che è tutta da sistemare, lavatrice da svuotare, letti da fare, stirare ect.

Hai un “rifugio” oltre al caffe` della mattina?

Si…..Non vi nascondo che a volte mi preparo una meravigliosa vasca calda e stacco la spina per circa un’ora…. quell’ora tremenda dove in realtà dovrei essere in palestra, per essere a posto con la mia coscienza, ma attualmente le mie forze mi portano solo in bagno ad accendere l’acqua calda!! 😊

Come passano i tuoi pomeriggi?

Alle 15.30 sono all’ asilo nido a prendere il mio tesoro, grandi abbracci e via a prendere Anita che frequenta la seconda elementare.

Il più delle volte, soprattutto d’inverno, li porto tutti e due a casa e gli faccio fare la merendina.

Per intrattenere queste tre ore che mi separano dalla cena spesso e volentieri mi invento qualche lavoretto creativo, biscotti fatti in casa, pizza fatta in casa, lavoretti con le tempere, lavoretti con il gesso ect …a volte invece li metto tutti e due nella vasca e gli faccio un bagnetto dove loro i divertono come due pazzi ed io esco sempre bagnata come un pulcino… perché si sa.. i maschi sono fisici  e attivi! Ahahah

Poi si passa alla cena che è il momento più confuso ed isterico della giornata!.

Guarda caso è arrivato anche il papà che , chissà come mai, quando siamo tutti e due adulti la situazione ci sfugge sempre di controllo…boh…un mistero!.

Ceniamo e poi andiamo in salotto ….tra urla..saltelli..tv..ect. Finalmente sono le h. 21.30 e tutto si spegne! Io compresa. 😊

Preferisci leggere l’intervista di Elena di Carousel Equipe  http://mammachelavoro.simonafontana.it/

Come racconteresti il tuo lavoro?

Da 20 anni lavoro in un’azienda dove seguo la parte contabile. Dopo che è nata Anita sono passata al part-time ed ora siamo in tre impiegate. Le soddisfazioni lavorative sono purtroppo cambiate, ora non sono più io la responsabile dell’ufficio e spesso e volentieri mi sento anche l’ultima ruota del carro.

E’ frustrante dopo tanti anni , lo ammetto!.

Ma in realta` e` stata una mia scelta…..ho chiesto il part-time per seguire i miei bambini, le mie priorità,  e mi è stato subito concesso; ho chiesto di cambiare l’orario di lavoro quando sono iniziate le elementari e mi è stato concesso. So di essere stata fortunata rispetto a tante altre donne  che invece si sono trovare un muro davanti. Anche se la mia posizione lavorativa è cambiata non posso lamentarmi.

Perché come donna e come mamma sono appagata!

Vuoi conoscere le altre forme di conciliazione famiglia lavoro? (link all’articolo blog)

“Mamma che lavoro” per me significa innanzitutto che fare bene la mamma è un lavoro enorme che comporta sacrifici e rinunce ma alla fine è il lavoro più bello del mondo!

Cosa auguri alle altre Mamme Che Lavorano?

Alle mamme che lavorano auspico di trovare soddisfazione in quello che fanno , sia a livello lavorativo che nella vita privata. Perché non si riesce a fare tante cose contemporaneamente e spesso e volentieri noi mamme tendiamo a voler far tutto insieme ! …  bisogna scegliere ed essere consapevoli delle proprie scelte,  decidere di volersi bene ed essere felici perché se noi siamo felici, anche chi ci sta intorno lo è.

Ciao

Elisabetta

Leave a Reply